Seria A. Analisi della 33^ Giornata

Seria A. Analisi della 33^ Giornata

La settimana di coppe ha regalato una squadra italiana tra le prime quattro d’Europa. La Juventus di Massimiliano Allegri si appresta ad affrontare il Monaco per provare l’assalto a quel trofeo che manca in bacheca ormai da vent’anni. Nel frattempo i bianconeri, tengono alta la tensione perché c’è anche un primo posto da difendere, per portare a casa il sesto scudetto consecutivo: un’impresa che mai nessuno è riuscito a compiere in Italia. I bianconeri possono sfruttare un turno casalingo sulla carta agevole contro un Genoa rinfrancato dal ritorno in panchina di Juric. Per i rossoblù la vittoria a Torino manca dal lontano 20 gennaio 1991, quando un gol di Tomáš Skuhravý consentì ai liguri di avere la meglio.

Un turno poco impegnativo anche per la Roma. I giallorossi infatti vanno a far visita al loro ex tecnico, il boemo Zeman che ha ridato un po’ di vigore alla squadra abbruzzese senza però tanti cambiamenti in termini di punti. Il Pescara cerca la sua prima vittoria contro la Roma in serie A: nei 6 precedenti solo pareggi e vittorie dei giallorossi, ultima delle quali, lo 0-1 del 2012, vedeva sulla panchina giallorossa proprio Zeman.

Al terzo posto il Napoli va sul campo del Sassuolo per continuare l’inseguimento alla Roma e sperare di portare a casa un secondo posto che eviterebbe i preliminari Champions. Il Sassuolo è però avversario tradizionalmente ostico per i partenopei: gli azzurri non non vincono al Mapei dal 28 settembre del 2014: la gara terminò 0-1, grazie alla rete di Callejón.

Anche la Lazio proverà a sfruttare il turno agevole casalingo contro un Palermo il cui destino sembra ormai segnato. Il Palermo non vince all’Olimpico contro la Lazio dal 4 maggio del 2008: erano altri tempi, ma soprattutto un altro Palermo: risultato finale 1-2 con rigore di Pandev e doppietta di Amauri.

Il Milan ospita l’Empoli rinfrancato dalla vittoria di Firenze e che sembra aver riportato tranquillità nell’ambiente azzurro, come dimostrano anche le quote delle scommesse sul calcio stilate dai principali bookmakers. I rossoneri, freschi del pareggio in extremis contro l’Inter, proveranno a tenere il passo di Lazio e Atalanta in attesa del rush finale. Negli 11 precedenti milanesi di questa partita, il Milan vanta ben 8 vittorie, contro le 2 empolesi e un pareggio due anni fa.

In ottica salvezza, forse solo il Crotone può sperare ancora e lo farà provando a portarsi a casa 3 punti, non facili, dallo stadio Marassi dove affronterà la Sampdoria di Giampaolo. Solo 5 precedenti tra le due squadre in assoluto e primo al Marassi in serie A. L’unica vittoria rossoblù a Genova è datata 21 aprile 2002, con un 2-0 firmato Pecorari e Giampà.

Chiudono la giornata due partite senza troppi significati legati alla classifica. A Verona il Chievo prova a tornare alla vittoria contro un Torino che vorrebbe portare Belotti sul gradino più alto del podio dei cannonieri. A Udine, i bianconeri di casa ospitano il Cagliari in una partita che promette gole e spettacolo.

Intanto, negli anticipi del sabato, l’Atalanta ha battuta il Bologna di Donadoni per 3-2 e ha momentaneamente allungato il passo sulle inseguitrici. E sempre in ottica Europa League, gran bella partita al Franchi di Firenze, dove i Viola hanno battuto l’Inter per 5-4.